Agriturismo Cjasal di Pition: alla scoperta di Udine

Chi soggiorna all’ agriturismo Cjasal di Pition può andare agevolmente alla scoperta di Udine. Qui vogliamo darvi qualche informazione sulla città. Udine è stata la città di origine del grande pittore G.B Tiepolo e le sue tracce si trovano in moltissimi edifici e monumenti, come il Palazzo Arcivescovile con annesso il Museo Diocesano con le preziose collezioni sacre e il ciclo di affreschi lungo la scalinata che è opera dello stesso pittore. Si tratta di una specie di 3D realizzato con elementi in gesso che danno l’impressione che dal dipinto fuoriescano mani e piedi, ricreando la tridimensionalità: un’opera da visitare assolutamente!

Anche nel Duomo cittadino è possibile ammirare opere del Tiepolo e si può accedere anche all’Oratorio della Purità con al soffitto uno dei più bei dipinti dell’artista e ai lati gli affreschi del figlio del celebre pittore. Simbolo della città di Udine è Piazza della Libertà, che viene considerata una delle più belle piazze in stile veneziano della terraferma e sorge nello spazio sotto  al colle del Castello. Nel corso dei secoli la bella Piazza della Libertà ha più volte cambiato nome in base alla destinazione d’uso, passando da Piazza del Vino nel Medioevo a Piazza del Comune nel 1300, infine nel 1500 con l’arrivo dei veneziani prese il nome di Piazza Contarena, dal nome di uno dei luogotenenti.  Nel 1866 con l’annessione del Friuli all’Italia venne intitolata a Vittorio Emanuele II, per assumere il nome odierno solo dopo la seconda guerra mondiale.

La Chiesa della Madonna del Carmine

A tutti coloro che soggiornano presso l’ agriturismo Cjasal di Pition e vanno a vedere Udine consigliamo di non perdere il convento e la chiesa della Madonna del Carmine, situati in via Aquileia. Questa ampia strada fun inclusa nel XV sec. nella cinta muraria di Udine e oggi comprende numerosi palazzi nobiliari di epoca successiva al XVI sec concludendosi con una delle poche porte urbane della città, sormontata da una torre in muratura.

La chiesa è del 1500 ed è a un’unica navata con un altare maggiore in stile barocco, ma l’elemento più interessante è il soffitto con affreschi del 1600 ad opera di Giulio Cesare Begni, mentre nella cappella sinistra troviamo il sarcofago del Beato Odorico, contemporaneo di Dante Alighieri e anche chiamato l’Apostolo dei Cinesi. Il motivo? Fu uno dei principali missionari francescani a lavorare in Mongolia, Cina, India e nelle Filippine.

Cliccando qui potete fare un giro virtuale della chiesa.

Piazza Matteotti

E’ questa la piazza simbolo della movida udinese, un grosso spazio circolare ricco di locali e caffè e circondato da portici e colorati palazzi. Una piazza giovane che all’ora dell’aperitivo si riempie di persone per il tradizionale rito del tajut: un bicchiere di vino accompagnato da pane, formaggio e prosciutto crudo. S

Sappiate infatti che Udine è città elegante ma conviviale e le persone sono solite nel tardo pomeriggio, dopo il lavoro, ritrovarsi assieme per degustare un buon bicchiere di vino.

Finita la visita della città potrete rientrare comodamente all’ Agriturismo Cjasal di Pition per assaporare una prelibata cena e trascorrere una tranquilla serata immersi nella natura.

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *