Cosa fare in agosto in Friuli Venezia Giulia

Cosa fare in agosto? Un’idea potrebbe essere decidere di trascorrere un weekend o una settimana di vacanza in Friuli ad agosto può essere una splendida occasione per scoprire le bellezze del territorio regionale, alternando piacevoli giornate al mare a divertenti escursioni in montagna, senza tralasciare però la cultura. Vediamo quindi cosa fare in agosto a Udine e dintorni, alloggiando proprio all’Agriturismo Cjasal di Pition.

1. Giornate del Tiepolo 2018

Gli amanti della buona musica potranno cominciare il mese più caldo dell’estate partecipando ai Concerti organizzati in occasione delle Giornate del Tiepolo 2018 che contano su un ricco programma per rendere accessibili i siti che conservano le opere d’arte dell’artista veneziano. Il programma di eventi ha inizio il 3 agosto ma proseguirà per tutta la stagione estiva e fa parte anche del carnet di UdineEstate del Comune, organizzato dal Museo del Duomo con la collaborazione dell’ Accademia studi pianistici A. Ricci, l’Associazione Iduna e il il Museo Diocesano-Gallerie del Tiepolo. Per quanto riguarda la parte concertistica le musiche del tempo de Tiepolo si terranno nella chiesa della B.V. della Purità alle 21 a partire dal 3 agosto prossimo e saranno preceduti da una visita dedicata alla scoperta dell’arte del Tiepolo.

2. Folkest 2018: Joan Baez

Mercoledì 8 agosto alle 21.15 appuntamento con la musica al Castello di Udine nell’ambito della rassegna Folkest 2018 con la musica di Joan Baez.

Verrà riproposto il primo album della cantante folk, musicista e attivista americana che ha oggi ha vinto già tre Grammy Award e vanta collaborazioni con Lisa Hannigan, Allen Touissant, Elvis Costello, Solomon Burke, Ani Di Franco

La carriera della nota cantante ha attraversato oltre 50 anni durante i quali ha introdotto Bob Dylan nel mondo musicale nel 1963, ha ispirato le lotte di Vaclav Havel in Repubblica Ceca e molto altro ancora. Tra i riconoscimenti ricevuti durante la sua carriera ricordiamo il il Lifetime Achievement Award della Recording Academy e il Premio Ambassador of Conscience di Amnesty International.

Resta quindi evidente la forza musicale della star che ha marciato per i diritti civili con Martin Luther King, ha organizzato la resistenza alla guerra del Vietnam e protestato contro la Guerra in Iraq, salendo anche sul palco con l’amico Nelson Mandela all’Hyde Park di Londra e molto altro ancora.

3. Alla scoperta dei tesori di Mortegliano

Ogni prima domenica del mese alle 16 l’Ufficio I.A.T di Mortegliano organizza visite guidate aperte a tutti alla scoperta dei tesori della città per far scoprire al visitatore tutte le bellezze di Mortegliano. Tra le tappe del tour ricordiamo la chiesa barocca del ‘600 della SS . Trinità, la Villa dei Conti di Varmo, San Daniele e Pers ma soprattutto il Duomo e la cinquecentesca Pala d’altare di Giovanni Martini, esempio dell’arte lignea rinascimentale in Friuli. Le visite si svolgono da maggio a ottobre con prenotazione anticipata e un minimo di 10  persone.

4. Percorsi Culturali nello Spilimberghese – Estate 2018

Chi alloggia all’agriturismo Cjasal di Pition può anche andare alla scoperta dello spilimberghese, che raccoglie una serie di chiese non troppo distanti tra loro e opera di eccellenti artisti che hanno scolpito i più importanti cicli di affreschi e sculture dell’età umanistica e hanno segnato, come dice il Vasari, la via maestra della pittura.

Il maggiore artista è Giovanni Antonio De ‘Sacchi anch detto il pictor modernus che è presente in ben 10 chiese con opere poi completate dal suo erede Pomponio Amalteo.Si tratta di affreschi che apriranno poi la strada al Caravaggio, al Correggio e a tutta la pittura del 1600.

I percorsi culturali nello spilimberghese – chiese aperte estate 2018 è un’iniziativa promosso dalla Diocesi di Concordia a Pordenone in accordo con la parrocchia Santa Maria Maggiore di Spilimbergo allo scopo di promuovere la cultura religiosa e si rivolge a un turista attento e appassionato di storia e bellezza. Per accedere al percorso, che dura 3 ore, bisogna essere automuniti e prenotare con almeno 15 giorni di anticipo.

Ecco le proposte dell’iniziativa:

Il ‘400 di Gianfrancesco da Tolmezzo: visita chiese di Provesano, Barbeano, Tauriano, Gaio.

Il ‘500 del Pordenone: visita chiese di Vacile, Travesio, Valeriano, Spilimbergo

Il ‘500 dell’Amalteo: visita chiese di Lestans, Usago, Sequals, Baseglia

Il ‘600 del Narvesa: visita chiese di Valeriano, Baseglia, Spilimbergo, Arzene

La scultura del Pilacorte: visita chiese di Sequals, Travesio, Spilimbergo, San Giorgio Rich.

Naturalmente queste sono solo alcune delle proposte che vi facciamo su cosa fare in agosto per unire arte e cultura alla classica vacanza al mare, magari sulle spiagge dorate di LIgnano. Il calendario di eventi proposto dal TurismoFVG è infatti molto più ampio e spazia dalle visite guidate, ai concerti alle manifestazioni enogastronomiche che ogni anno vengono organizzate su tutto il territorio regionale nel periodo estivo.

Data la ricchezza della proposta turistica in Friuli vi consigliamo di dedicare qualche giorno alla visita della regione e alla scoperta dei suoi angoli più nascosti, magari alloggiando proprio nel nostro agriturismo che si trova in posizione strategica per raggiungere le varie località.

 

 

 

 

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *