vino-friulano-tocai

Vini Friulani: alla scoperta del Friulano

Nell’ Agriturismo Cjasal di Pition tra i vini che si possono assaggiare e acquistare abbiamo il Friulano, meglio conosciuto come Tocai, ovvero il tradizionale vino bianco che si beve volentieri  a mezzogiorno oppure alla sera e si caratterizza per il colore giallo paglierino che deriva dalla fermentazione delle bucce prima della presatura soffice. In particolare il tocai o vino Friulano prodotto dalla nostra azienda presenta intatte le caratteristiche storiche ed si distingue quindi per il gusto secco e persistente, il notevole profumo e il sapore di mandorla e pesca. Vediamo ora nel dettaglio le caratteristiche di questo vino, apprezzato in tutto il mondo.

Il Friulano è un vino forte, delicato ed elegante ottenuto da particolari uve che crescono su viti nodose e contorte e si presenta alla vista con un colore giallo paglierino, dorato e luminoso. Chi lo annusa percepisce un ampio bouquet con la prevalenza delle note vegetali del fieno, dei fiori di campo, del timo, della camomilla e altro ancora e tali sentori trovano conferma alla degustazione, con l’aggiunta di un sentore di mandorla nel finale in bocca. Sorseggiare il tocai o Friulano così come viene prodotto nell’ Agriturismo Cjasal d Pition significa scoprire ogni volta una nota diversa, si tratta inoltre di un vino che si mantiene ottimo anche a cinque o sei anni dalla vendemmia per le ottime capacità di invecchiamento. Nella sua versione fresca si può degustare già nell’anno successivo alla vendemmia in quanto mantiene integre le proprietà dell’uva matura.

Gli abbinamenti dei vini friulani: il tocai o Friulano

Da sempre il tocai – oggi Friulano – è il vino tipico del Friuli Venezia Giulia e di chi ci abita: se chiedete il classico tajut in agriturismo sicuramente vi sarà offerto un buon bicchiere di tocai. Un vino davvero buono e bello che si identifica con la regione che lo produce e rispecchia e colori la pianura, la collina o la matrice ghiaiosa dell’Isonzo abbinandosi alla meraviglia ai tanti piatti e prodotti tipici.

E’ inoltre il vino perfetto per l’aperitivo e si accosta perfettamente al tipico prosciutto di San Daniele o ai crostacei.

abbinamenti-friulano-tocai

E’ anche un vino bianco importante e complesso che si abbina molto bene a piatti vegetali stratificati o ai primi piatti cotti al forno e arricchiti con funghi, carne o guarnizioni al tartufo.  La sua nota vegetale tipica delle vendemmie più recenti permette di accompagnarlo a frittate e minestre come quelle che puoi assaggiare ogni giorno nel nostro agriturismo.

Originale è l’accompagnamento con il frico croccante o con i cialsons della montagna Carnica o ancora con la zuppa di pesce alla gradese e il pesce azzurro appena pescato nella laguna di Marano o Grado. A livello internazionale molto spesso il vino tocai o Friulano si accompagna al sushi o alla tempura per la perfetta acidità che lo caratterizza.

Gli altri vini bianchi friulani

“Vin e amis, un  un paradîs” dice un noto proverbio friulano e significa “Avere vino e amici è un paradiso”. Il Friuli Venezia Giulia è una regione dalla storia cosmopolita che si riflette anche sulla produzione vitivinicola: davvero ricco è l’assortimento dei vitigni autoctoni e importati, tra cui i famosi vini bianchi friulani come il Tocai.

Anche se produce solo il 2% dei vini italiani, il Friuli è oggi considerato il luogo di nascita dei migliori bianchi del Paese grazie alla scelta dei produttori di mantenere una bassa resa di una per ettaro nelle 8 zone DOC e nella zona DOCG e all’applicazione di una nuova tecnica di vinificazione. Tra le due DOC friulane più conosciute abbiamo il Collio Doc e i Colli Orientali del Friuli Doc che sono privilegiate per la produzione del vino bianco per il clima temperato e il suolo argilloso.

Come abbiamo visto sopra uno dei vini più conosciuti nel mondo è il Tocai Friulano, che dopo il decreto del 2007 ha acquisito la denominazione di Friulano per differenziarlo dal Tocai prodotto in Alsazia e Ungheria.

Altri vini bianchi tipici della zona sono però la Ribolla Gialla e la Malvasia Istriana: quest’ultima è l’abbinamento ideale per le ricette di mare tipiche dell’adriatico grazie al sapore metallico.

Altri vini bianchi tipici del Friuli Venezia Giulia sono il Verduzzo e il Picolit che prende il nome dalla ridotta dimensione dei grappoli e da cui si ricava il vino da dessert Ramandolo, unica DOCG dal 2001 in Friuli Venezia Giulia.

Nel Collio si coltivano poi altri vitigni come il Pinot Bianco, il Pinot Grigio, Il Sauvignon e il Chardonnay per citare i più famosi e si trovano sia come blend sia vinificati singolarmente.

I vini dell’Agriturismo Cjasal di Pition

La produzione vinicola dell’agriturismo Cjasal di Pition è guidata da una lunga tradizione familiare che unisce formazione costante, attenzione alla qualità e applicazione delle moderne tecniche di bioproduzione a basso impatto ambientale. Il risultato di questo lavoro è ben visibile durante la vendemmia, realizzata manualmente, ed in cantina e porta alla realizzazione di un vino davvero artigianale che porta nella bocca di chi lo degusta tutto il sapore dell’uva e riflette il carattere della terra della regione.

Scopri tutti i nostri vini qui oppure guarda il Video istituzionale per la promozione del Friulano e degli altri vini del Friuli Venezia Giulia.

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *